07Novembre2022 Beirut: due scogli come testimoni storici della città

Condividi

di Micol Simonato, volontaria di Servizio Civile Universale in Libano

Gli scogli dei piccioni o Rouché Rocks sono un vero e proprio simbolo di Beirut. Queste formazioni rocciose che emergono dal mare sono probabilmente l’unico angolo naturalistico non ancora fagocitato dal grigiore beirutino.

I due giganti di roccia rimangono immutabili e indifferenti ad ogni calamità: le guerre, l’esplosione al porto, la crisi. Si ergono, lambiti dal mare, a testimoni storici di una città in continuo cambiamento.

Quest’oasi rimane una destinazione popolare fra gli abitanti della capitale. Tra pescatori e famigliole, coppiette che cercano un angolo appartato per godere della vista romantica del tramonto.

Il sole si immerge nel mare lasciando a suo ricordo una luce tenue dai riflessi arancio che avvolge Beirut in un’atmosfera nostalgica di fine estate. Man mano che il buio avanza inghiottendo la città, i grattacieli dello skyline si illuminano: prepotenti fari abbaglianti impossibili da ignorare.

Il regno del cemento riacquista il suo spazio e si impone. Sugli scogli cala l’ombra e con essa un silenzio pacifico, poco più in là la città ruggisce, esplode la movida degli hotel e dei locali di lusso che invadono la costa.

paesi d'intervento

11

Countries of intervention

progetti

250

Project

operatori locali

500

Local operators

Sign up for the newsletter

How we use the funds

8%To the structure

92%To projects