Libano

26.Febbraio.2021

Riaprono le porte virtuali del centro comunitario di Naba’a, Beirut

E’ stato fondamentale trovare le soluzioni migliori per garantire il proseguimento dell’intervento reso ancor più necessario dal deterioramento della situazione socio-economica.

Leggi tutto
04.Febbraio.2021

Il progetto ‘POWER’ alla prova della formazione a distanza

Nonostante le restrizioni e le conseguenze di un coprifuoco imposto h24, ARCS insieme al partner locale MADA si impegna a dare continuità agli interventi programmati.

Leggi tutto
19.Gennaio.2021

Libano: ultima occasione per evitare un’ecatombe

Giovedì mattina alle 5 è infatti cominciato il coprifuoco totale imposto per 11 giorni a tutto il Paese

Leggi tutto
03.Dicembre.2020

Beirut: “non farsi abbattere dal sistema”

di Giulia Gerosa – “La Beirut che avete conosciuto qualche mese fa non esiste più, scordatevela”. Diverse persone, colleghi o amici, ci hanno presentato così la città dove siamo approdati solo pochi mesi fa, a febbraio, e che abbiamo lasciato subito a marzo a causa del dilagare della pandemia.

Leggi tutto
24.Novembre.2020

Padre Najib Baklini: nelle carceri libanesi una vera e propria catastrofe umanitaria

Padre Najib Baklini, presidente di AJEM, partner di ARCS nell’ambito del progetto DROIT, ha rilasciato ieri un’intervista telefonica alla radio Voice of Lebanon (Sawt al Lubnan) sulla situazione delle carceri libanesi.

Leggi tutto
18.Novembre.2020

ARCS continua il percorso a fianco delle donne dell’Akkar

La situazione è delicata in tutto il Paese, soprattutto per le fasce più vulnerabili della popolazione

Leggi tutto
16.Ottobre.2020

Libano: 4 minori contagiati nel carcere di Roumieh

Al momento asintomatici, sono stati trasferiti in quarantena nel braccio C del penitenziario, in modo da evitare la diffusione nella struttura. Rimane il mistero su come possano essere stati contagiati: al momento hanno contatti soltanto con le guardie penitenziarie e, in maniera sicura, con gli operatori del progetto DROIT

Leggi tutto
07.Settembre.2020

Libano: “Possiamo perdere tutto, ma non la speranza”

di Alice Bodo – Tre settimane fa, circa 30 donne keynote hanno iniziato a protestare davanti al Consolato del Kenya, a Badaro, quartiere di Beirut popolare per i suoi bar e ristoranti alla moda. La richiesta è quella di essere rimpatriate. La manifestazione si è trasformata poco dopo in un sit-in, che, nonostante i diversi tentativi, ad oggi non è ancora stato smantellato.

Leggi tutto
13.Agosto.2020

Libano: solidarietà e rabbia alla Nation Station

di Alice Bodo – La Nation Station, o più brevemente “Station”, è una stazione di servizio abbandonata a Geitawi trasformata in un punto di raccolta e centro di distribuzione diretta di pasti pronti, cibo fresco, acqua e beni di prima necessità, a cui ad oggi si rivolgono una media di mille persone al giorno

Leggi tutto
30.Luglio.2020

Libano: consegnati DPI e attrezzature all’ospedale di Sibline

di Adele Cornaglia – In questo periodo di forte crisi che sta colpendo indistintamente tutto il Libano continuiamo il nostro impegno per garantire laddove possibile i mezzi oggi più che mai necessari ad affrontare questa grave emergenza.

Leggi tutto
paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti