Incontro fra società civile afgana e italiana

Si apre il 6 giugno all’università di Herat il primo seminario internazionale di studi sulla società civile afgana, organizzato dalla rete Afgana (www.afgana.org) e dal consorzio di Ong, con capofila Arcs, nel quadro del progetto finanziato dalla DGCS MAE “Afghanistan: attività di formazione e di sostegno alla società civile afgana nel processo di ricostruzione e riconciliazione nazionale (AID 9572)”

Nuovo appello degli afgani all’Italia “Per favore, non lasciateci soli”

Garantire un serio monitoraggio delle prossime elezioni afgane del 2014 e soprattutto verificare l’accesso delle donne alle urne. E’ questa una delle proposte che la società civile afgana e quella italiana hanno fatto al Sottosegretario agli Affari Esteri, Min. Staffan De Mistura a conclusione di una settimana di incontri con le istituzioni nazionali

[esteri] L’Italia sostenga la società civile afgana e il progetto della Casa della società civile in Afghanistan

La richiesta al sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura da parte delle reti della società civile afgana che sostengono l’«Iniziativa 30%» promossa dalla rete italiana Afgana L’Italia deve continuare a sostenere la società civile afgana e il progetto della costruzione di una Casa della società civile in Afghanistan che aiuti il processo di aggregazione di tutte

Afghanistan, il 30% della spesa militare in cooperazione civile

“Afgana”, Tavola della pace e Rete Disarmo per la riconversione del risparmio che deriverà dal ritiro delle truppe italiane La rete della società civile italiana « Afgana», col sostegno della Tavola della pace e della Rete Disarmo, chiede al parlamento italiano che, una volta avviato il ritiro del contingente militare, sia trasferito il 30% di

Non lasciateci soli: l’appello delle organizzazioni della società civile afgana

<<Non lasciateci soli>>: è questo l’appello delle organizzazioni della società civile afgana presenti alla Conferenza internazionale del 24 e 25 maggio scorso, promossa a Roma dalla rete italiana Afgana. <<Non lasciate sola la società civile che opera per la pace, per la democrazia, per i diritti>>, chiedono i rappresentanti afgani alla comunità internazionale. All’approssimarsi del

La società civile Afgana a Roma per rafforzare la partnership democratica

Dal 23 al 25 maggio a Roma ventitrè delegati delle maggiori organizzazioni della società civile afgana incontreranno le istituzioni italiane, insieme ad organizzazioni italiane ed europee, per confrontarsi sulle strategie comuni di rafforzamento della loro partecipazione attiva alla costruzione della democrazia, della pace e del dialogo civile nel proprio Paese. La conferenza internazionale di Roma