Servizio civile, i progetti si aprono ai giovani rifugiati

(da Vita.it) – Con il nuovo avviso di integrazione il Servizio civile univerale prevede anche l’impiego, nel 2018, di giovani titolari di protezione internazionale e umanitaria. Questo grazie alle risorse del Fami (Fondo asilo, migrazione e integrazione) assegnate dal dipartimento della gioventù e del servizio civile nazionale da un decreto del ministero dell’Interno

Servizio civile universale, ecco il decreto

( vita.it ) – In allegato il testo che riforma il vecchio servizio civile nazionale. Fra le novità il via libera agli stranieri, la durata che varia da 8 a 12 mesi e la programmazione triennale. Il numero dei volontari però sarà deciso in base alle risorse disponibili, così come l’entità dell’assegno mensile