01Settembre2017 Youthquake

Condividi

aperto
icon
Europa
Estonia Francia Germania Grecia Italia Lituania Polonia Portogallo Regno Unito Romania Spagna Turchia
icon
Educazione e cittadinanza attiva, Pace e diritti, Volontariato,
icon
36 mesi
icon
€ 342,080.00 euro

Youthquake: un terremoto di energie e competenze portate da giovani volontari europei per contrastare la distruzione causata nelle città e nei borghi storici del centro Italia dal terremoto dell’estate 2016.

Beneficiari

Partner

ARCI Comitato Territoriale di Perugia, Arci Comitato Territoriale di Rieti, Asociacija Aktyvus jaunimas, ASOCIACION CAZALLA-INTERCULTURAL, Asociación para la Formación y Actividades Interculturales para la Juventud, Asociación para la integración y Progreso de las Culturas Pandora, Asociatia Pro Vobis - Centrul National de Resurse pentru Voluntariat, ASSOCIACAO JUVENIL DA LINHA DE CASCAIS ROTA JOVEM, ASSOCIATION CONCORDIA, Associazione IoNonCrollo, Associazione Movimentazioni, ASTIKI MI KERDOSKOPIKI ETAIREIA KENTRO NEON IPEIROU, ATRIUM FJT, AYUNTAMIENTO DE BURGOS-Juventud, Centre Régional Information Jeunesse Nouvelle-Aquitaine - site de Poitiers, Citizens of Europe e.V, Comune di Macerata, Cooperativa Sociale Onlus New Laser, Coordinadora Infantil y Juvenil de Tiempo Libre de Vallecas, CRIJ Réunion, DE AMICITIA, Experiment e.V., FOL 74, FUNDACIO CATALUNYA VOLUNTARIA, FUNDACJA CENTRUM AKTYWNOSCI TWORCZEJ, Gaziantep Egitim ve Genclik Dernegi, GRUCA ONLUS, Léo Lagrange Centre Est, Maison de l’Europe Bordeaux – Aquitaine, MTÜ NOORTEVAHETUSE ARENGU ÜHING ESTYES, OFFICINA@M S.c. a r.l., ProAtlântico - Associação Juvenil, SCAMBIEUROPEI, Solida srl, Stowarzyszenie Aktywnosci Obywatelskiej Bona Fides, TURKISH RED CRESCENT SOCIETY IZMIR BRANCH, VOLUNTEER ACTION FOR PEACE,

Finanziamenti

EACEA Erasmus+,

Youthquake: un “terremoto” di energie, competenze, conoscenze portate da giovani volontari europei nel centro-Italia, lì dove il terremoto del 2016 ha colpito duramente, per aiutare la ricostruzione sociale, culturale e fisica dell’area. Il progetto coinvolge associazioni, organizzazioni ed entità pubbliche e private delle regioni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo, come soggetti ospitanti, ed organizzazioni da tutta Europa con accreditamento per invio di volontari SVE dall’altro lato.

ARCS è capofila di questo progetto che durerà 3 anni, e coinvolgerà circa 152 volontari. Le attività spazieranno dalla protezione e valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale dell’area, al supporto ad attività culturali, ricreative, psico-sociali per le categorie più fragili (bambini, migranti, anziani…), alla promozione del turismo e delle aree protette, alla ricostruzione di luoghi simbolici e all’aiuto nella gestione di vecchi e nuovi luoghi di aggregazione. L’obiettivo finale del progetto è la promozione della solidarietà, del volontariato e della cittadinanza attiva da parte degli enti SVE di invio e accoglienza in alcune delle aree colpite, al fine di incoraggiare, sostenere e attivare la ricostruzione della struttura socio-economica e del patrimonio culturale delle comunità coinvolte.

Tra gli obiettivi a breve termine che il progetto vuole realizzare, troviamo: l’accrescimento quantitativo e qualitativo di associazioni/Enti accreditati per l’accoglienza/invio di volontari del Servizio Volontario Europeo nelle aree coinvolte nel progetto; la diffusione e comunicazione, in cui i volontari saranno attivamente coinvolti, della situazione delle aree terremotate nel resto dell’Italia e in Europa per monitorare lo stato dell’arte e informare e sensibilizzare istituzioni e società civile; la diffusione, nelle aree coinvolte e in generale in Italia e in Europa, della cultura della prevenzione per evitare/mitigare l’impatto dei disastri ambientali; l’arricchimento dei volontari partecipanti, in termini di competenze pratiche e professionali (a seconda dell’ambito di attività in cui saranno coinvolti), linguistiche, comunicative, relazionali che svilupperanno attraverso l’interazione con persone e luoghi in situazione di disagio, nonché la crescita personale, lo sviluppo del senso di solidarietà, cittadinanza attiva e identità europea; la crescita personale e professionale dei giovani cittadini delle aree terremotate grazie allo scambio con i volontari europei e all’esperienza dei volontari che faranno esperienza di SVE nei Paesi del programma; la diffusione della conoscenza del Programma europeo Erasmus Plus, del Servizio Volontario Europeo e dell’iniziativa European Solidarity Corps.

paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti