fbpx

Human Rights Watch

04.Ottobre.2017

HRW: “La Giordania deporta sommariamente rifugiati siriani”

(da nena-news.it) – L’accusa in un nuovo rapporto pubblicato della ong statunitense. Secondo Human Rights Watch, nei primi cinque mesi del 2017, 400 profughi sono stati deportati in Siria. Amman nega: “Ritorno volontario in aree sicure”

Leggi tutto
23.Marzo.2017

Mosul, la scia di atrocità dello “stato islamico” fra uccisioni a freddo e fosse comuni

(da repubblica.it) – I jihadisti si ritirano lasciando frutti avvelenati: trappole esplosive, autobomba, cecchini. Almeno cinque civili sono rimasti uccisi oggi dai tiri di mortaio degli integralisti in ritirata che bombardano i quartieri liberati

Leggi tutto
22.Marzo.2017

Le pelli lavorate dagli schiavi bambini che finiscono nei nostri negozi

(da vita.it) – Tra le cause principali per cui lo slum di Dacca è tra i luoghi più inquinati al mondo, le concerie bengalesi esportano le pelli in diversi Paesi d’Europa. Chi vi lavora è costretto a condizioni disumane e, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, il 90% dei lavoratori della fabbrica moriranno prima di compiere cinquant’anni, tra questi moltissimi bambini di appena otto anni.

Leggi tutto
21.Marzo.2017

Scuole in zone di guerra trasformate in caserme, carceri o luoghi di tortura

(da repubblica.it) – Il rapporto di Human Rights Watch. Indagini in Afghanistan, Repubblica Democratica del Congo, Repubblica Centrafricana, India, Iraq, Pakistan, Palestina, Filippine, Somalia, Sud Sudan, Siria, Thailandia, Ucraina, e Yemen.

Leggi tutto
11.Ottobre.2016

ETIOPIA. Dichiarato lo stato di emergenza

(da nena-news.it) –
“In sei mesi si metterà fine alla più grave minaccia alla stabilità del Paese in un quarto di secolo” ha dichiarato il primo ministro Desalegn.secondo i report di Human Rights Watch, forze di sicurezza etiopi hanno ucciso più di 500 persone durante le proteste nel corso dell’ultimo anno

Leggi tutto
28.Luglio.2016

Per i braccianti siriani in Turchia lo sfruttamento è la regola

da internazionale.it
Quando la guerra finirà torneranno tutti in Siria, dice. La maggior parte dei braccianti agricoli nelle zone intorno a Izmir viene da Raqqa o da Deir Ezzor, città controllate dal gruppo Stato islamico nel nordest della Siria.

Leggi tutto
02.Maggio.2016

Il lato oscuro della stabilità libica

di Giovanni Pagani su nena-news.it
L’accordo sui migranti tra UE e Ankara potrebbe creare un precedente per l’emergenza in Libia. Tripoli chiede un intervento militare e un’intesa sull’immigrazione, Bruxelles si prepara a blindare i confini

Leggi tutto
paesi d'intervento

11

Paesi di intervento

progetti

250

Progetti

operatori locali

500

Operatori locali

Iscriviti alla newsletter

Come usiamo i fondi

8%Alla struttura

92%Ai Progetti